Mazzarri mette ordine: "Meno spettacolo, più concretezza"

“Non possiamo più ripetere certi cali d’attenzione evidenziati contro il Verona”, ammette l’allenatore dell’Inter, “Potrebbero costarci caro”. Contro l’Atalanta torna Samuel: “Voglio dargli la giusta chance, si allena e sta bene”

Il 4-2 contro il Verona vale una boccata d’ossigeno in casa Inter e un mezzo sorriso sul volto di Mazzarri: “Siamo partiti davvero bene e abbiamo fatto due gol, poi abbiamo cominciato a fare giocate più per la platea che per concludere a rete e non dobbiamo ripeterlo”, sottolinea, “Abbiamo perso un po’ d’attenzione, in futuro potrebbe costare caro”. Ma il risultato finale è buono: “Sarà il tempo a dire cosa succederà, quando c’è un cambio non lo si può dire a priori”, spiega alludendo all’arrivo di Thohir, “Bisognerebbe chiedere al nuovo proprietario che idee ha, ma in ogni caso credo che al momento chi è qui sia contento per come stiamo andando, lo sarebbe chiunque”.

Samuel è pronto - Un’ottima notizia alla vigilia della decima giornata contro l’Atalanta arriva dalla difesa: “Voglio dare una chance a Samuel, ma devo ancora capire dove. Sta bene, anche se l’infortunio lo ha portato via per tanto tempo. Essendo un mancino può giocare o in mezzo o sul centrosinistra, valuterò nella rifinitura cosa fare considerando anche che abbiamo dei giocatori in diffida e che pochi giorni dopo giocheremo contro l’Udinese”, ha aggiunto l’allenatore nerazzurro.

Roma da record – “E’ difficile trovare una squadra che vince 9 partite su 9, è un primato importante che dimostra l’anomalia di questo campionato”: non possono che arrivare elogi da Mazzarri, per la squadra di Garcia. “Senza l’exploit della Roma il campionato sarebbe ancora più avvincente con 3-4 squadre vicine”, prosegue l’allenatore toscano. “L’anno scorso si erano già staccate alcune, mentre quest’anno il panorama è ancora più interessante”.

About News